Notifiche
Cancella tutti

Alberi

marco mencherini
(@marco-mencherini)
New Member

Buonasera,

sfrutto questo spazio condiviso che ho appena scoperto per lanciare un tema già sinteticamente indicato nel titolo. La questione alberi è diventata e sta diventando sempre più un tema caldo, a Sesto Fiorentino come anche a Firenze e in altre città. Penso a via XX Settembre e a piazza De Amicis per citare un paio di esempi. Io sono certo che la nostra amministrazione non si diverta a tagliare alberi, ma credo anche che forse vista la delicatezza del tema e la sensibilità che (fortunatamente) è cresciuta nella popolazione una maggiore condivisione e qualche spiegazione aggiuntiva sul perché si debba arrivare talvolta ad interventi così estremi come il taglio di decine di piante non potrebbero che giovare all'immagine della giunta comunale e aiuterebbero a comprendere il perché di certe scelte, dolorose ma necessarie.  Grazie

Quota
Topic starter Postato : 21/01/2021 3:31 pm
Etichette discussione
Serena Sassolini - gruppo consiliare PER SESTO
(@serena-sassolini)
New Member

Ciao Marco,

trovo molto interessante questo tuo spunto e suggerimento.
Sicuramente il tema è fortemente sentito da una parte della città e per questo meritevole di attenzione.
Purtroppo alcuni interventi non sono eludibili ed anzi, resi obbligatori dalle circostanze.

Penso all’esempio che anche tu citi dei recenti abbattimenti delle alberature di Piazza De Amicis: piante che secondo la relazione dei tecnici risultavano malate e non recuperabili e la cui pericolosità ha costretto a mettere l'area in sicurezza ed eseguire l’intervento nella maniera più celere possibile.

In quel caso so che le motivazione dell’intervento sono state date anche in maniera celere e capillare attraverso tutti gli strumenti del Comune (che ha realizzato per l’occasione anche un volantinaggio in cassetta alle abitazioni della Piazza) ma che questo ad alcuni non è bastato.

Va per il vero segnalato anche che la sacrosanta e pienamente condivisibile sensibilità della città in merito alla gestione del verde pubblico viene sovente cavalcata da forze politiche che strumentalizzano queste vicende con notizie parziali o talvolta addirittura strategicamente falsificate, giusto per scatenare una polemica da sfruttare a fini di immagine.

Questa amministrazione credo abbia abbondantemente dimostrato sul campo l’attenzione posta alle battaglie fondamentali per la difesa del territorio (prima tra tutte la difesa del Parco della Piana e l’opposizione ad opere dannose come inceneritore ed aeroporto) e per questo a maggior ragione, proprio per arginare fenomeni di incomprensione e fornire un’informazione il più corretta e tempestiva possibile, dovremo tutti porre maggiormente l'attenzione sottolineando nel fornire, quanto più rapidamente possibile, le motivazione tecniche e le necessità che guidano queste sofferte decisioni.

Grazie per questo tipo di riflessione, che personalmente ritengo possa far scaturire idee e approcci nuovi per migliorarci.

Serena Sassolini

RispondiQuota
Postato : 22/01/2021 12:00 pm
marco mencherini
(@marco-mencherini)
New Member

Grazie per la risposta Serena. E' proprio per non dare l'occasione di far polemica ad alcune forze di opposizione che riterrei opportuno essere più che trasparenti quando si tratta di manutenzione di verde pubblico. So che è nato un comitato a Sesto per occuparsi proprio di alberi; perché non coinvolgerlo? non nelle decisioni ovviamente, ma magari condividendo i vari passaggi dei lavori e/o anche le perizie tecniche. Sarebbe fattibile?

RispondiQuota
Topic starter Postato : 25/01/2021 3:19 pm
Serena Sassolini - gruppo consiliare PER SESTO
(@serena-sassolini)
New Member

Certo,

la volontà non è mai mancata, a mio parere, da parte di questa amministrazione di spiegare e coinvolgere.

Se qualcuno però pensa che chi ha dimostrato come nessun’altro attaccamento al proprio territorio e difesa del nostro ambiente, abbia “oscure motivazioni” o, peggio ancora, masochistiche tendenze al taglio sconsiderato degli alberi, credo che non si lasci molto margine alla discussione.

Tutto è fattibile se però ci sono spirito di collaborazione, rispetto dei ruoli e chiarezza di intenti.

Se hai avuto modo di seguire i tavoli programmatici di queste settimane avrai notato che sempre di più prende corpo il concetto di PATTO DI COMUNITÀ che è trasversale a tutte le tematiche affrontate (per adesso scuola, lavoro, sociale e urbanistica)

Quello che tu proponi credo vada davvero in quella direzione e sarà una delle sfide più importanti che ci attende per i prossimi 5 anni.

RispondiQuota
Postato : 26/01/2021 4:24 pm
Paolo
(@paolo)
New Member

a mio avviso è necessario ed anzi improrogabile ascoltare la voce dei cittadini che chiedono trasparenza riguardo alle motivazioni che hanno reso necessarie il taglio degli alberi. A me è stato richiesto di fare accesso agli atti: PEC, 30 giorni attesa, tempo mio e dei dipendenti pubblici impiegato per avere risposta.  Costi pubblici che potevano essere evitati semplicemenre con pubblicazione degli atti, vta incluse: mai fatto! Anche in post dal profilo del sindaco è scritto che il cittadino deve fare accesso agli atti per sapere.  Vogliamo poi parlare dei cartelli che vengono messi improvvisamente nei luoghi dei lavori senza nessun riferimento a ordinanze? 

RispondiQuota
Postato : 06/02/2021 9:12 pm
Condividi: