Notifiche
Cancella tutti

UFFIZI DIFFUSI

rosalba cellai
(@rosalba-cellai)
New Member

Buongiorno a tutti,

sono Rosalba e ho sempre lavorato nella filiera turistica della mia città, dalla compagnia aerea, all’agenzia di viaggi, al tour operator, dall’agenzia eventi fino all’ufficio commerciale di un piccolo gruppo alberghiero;

purtroppo la pandemia ha messo in ginocchio questo settore, e dopo 10 mesi di cig nel 2020, la mia Azienda ha cessato l’attività ed adesso sono in Naspi, ma sicuramente riesco a riconoscere i punti di forza e debolezza di un prodotto, in questo caso di una destinazione e grazie a questo ho iniziato a guardare con occhi diversi la mia cittadina di adozione (abito a Sesto dal 1984) e a capire quelle che potevano essere le potenzialità a livello turistico, soprattutto con l’obiettivo di controllare i flussi turistici e prevedere un futuro meno di massa e più sostenibile.

Sicuramente la vicinanza a Firenze può aiutare ad intercettare quei flussi turistici stranieri ed italiani, e a lavorare su un marketing territoriale condiviso ma aldilà dell’importantissima offerta  culturale presente, quale il futuro Museo della Ceramica della Ginori, le tombe etrusche, gli itinerari naturalistici per un turismo verde, secondo me non possiamo perdere l’occasione di programmare a livello città metropolitana e partecipare al progetto “Uffizi diffusi” idea lanciata dal Presidente della Regione Toscana Giani e dal Direttore del Museo Schmidt; Prato, i comuni medicei, Vaiano, Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Montemurlo, Calenzano hanno già dato la loro disponibilità, ed hanno già individuato gli edifici adatti, io vorrei che partecipasse anche il mio Comune, magari utilizzando quegli spazi centrali che sta accuratamente ristrutturando (la Lucciola, Palazzo Pretorio) e creare un’offerta museale di livello da proporre assieme al futuro Museo della Ceramica Ginori; gli Uffizi e la Richard Ginori sono conosciuti in tutto il mondo e sarebbe relativamente facile poter risvegliare un interesse da parte del turista finale, ma sarebbe un’offerta altrettanto valida per intercettare i flussi di quegli operatori che solitamente si rivolgono ai centri più grandi o con un’offerta più ampia. Oltre al prestigio dell’ospitare le opere degli Uffizi bisogna anche pensare all’importanza di allargare l’offerta ad un territorio che comprenda tutta l’Area Fiorentina, l’importanza di una ricaduta economica che l’industria turistica può avere, sicuramente adesso stiamo vivendo uno dei periodi più neri per il turismo a livello mondiale, ma il turismo rifiorirà più forte di prima e sarà nostro compito far sì che diventi anche migliore di prima.

Quota
Topic starter Postato : 13/04/2021 9:00 am
Etichette discussione
Condividi: